Editore marzo 22, 2017 Nessun commento

Era una delle leve strategiche indicate nel piano industriale 2016-2018. Ora è diventata realtà. Unipol Corporate Academy (Unica) ha compiuto un anno di vita. L’università aziendale, che mira alla formazione di dipendenti, agenti e subagenti, è stata frequentata in questi primi 12 mesi da 38mila studenti, erogando oltre 1,2 milioni di ore di lezione. Un risultato importante da festeggiare come si deve. Ed ecco che lo scorso 14 marzo nello splendido palazzo storico di Villa Cicogna (dove c’è la sede di Unica), a San Lazzaro di Savena in provincia di Bologna, si è tenuta una giornata speciale per celebrare proprio il primo anno di vita di Unica. Alla presenza del management del gruppo Unipol e dei più importanti agenti, non poteva mancare UniCassino, rappresentata dall’agente generale Vladimiro De Angelis.

Unica è una delle leve strategiche del piano di sviluppo del gruppo. Un campus universitario in piena regola, con dipartimenti, catalogo corsi, docenti (fra interni ed esterni oggi sono 180) e master di durata fino a 18 mesi per figure di alto potenziale, come la next generation di giovani da preparare al ricambio generazionale come futura classe dirigente. Insomma, un progetto ambizioso che ha già dato i primi importanti risultati e che andava festeggiato a dovere, con una giornata speciale alla presenza di manager, dipendenti e agenti, tra i quali ovviamente anche Vladimiro De Angelis, agente generale di UniCassino.

La giornata è stata l’occasione per fare gli auguri ad Unica nella sua splendida sede di Villa Cicogna, dove sono state organizzate sessioni formative alla quale hanno partecipato circa 250 persone suddivise fra mattina e pomeriggio. Non solo, perchè è stata anche l’occasione per guardare con soddisfazione ai risultati raggiunti in questi 12 mesi e programmare il futuro. La responsabile dell’Academy, Federica Pizzini, ha quindi fatto il punto sull’anno appena trascorso: “Sono molto soddisfatta di quanto è stato fatto. Parlano i numeri. Ma la soddisfazione più grande è aver creato una struttura che potesse realizzare in modo concreto quelle che erano le aspettative del gruppo Unipol: garantire una eccellenza della qualità formativa, creare integrazione e soprattutto cercare di essere, attraverso la leva di learning, un interlocutore a supporto del business. A distanza di un anno mi sento di dire che abbiamo messo le basi per poter rispondere a queste aspettative. Per il 2017 – conclude Pizzini – vogliamo ampliare il nostro target e puntare sulla qualità, dando la possibilità a tutti, anche a chi è lontano sia geograficamente, sia a livello di ruolo, di aumentare le proprie competenze. Non per caso il nostro mantra è  Senza competenze non si compete“A�